Follow by Email

domenica 28 settembre 2008

Sardegna l´anitica Atlantide

Sergio Frau

Sergio Frau presenta nel Museo delle culture europee di Berlino la sua affascinante teoria, e cerca di svelare i segreti dell´antica e misteriosa civilta´ nuragica.

Sardinien: Das Antike Atlantik- Eine detektive Untersuchung des antike Mittelmeerraumes.
Wo standen die Säulen des Herkules?
Wer baute die geheimnisvollen Nuragen?
Wo lag das sagenhafre Atlantis?
Der Autor Sergio Frau stellt seine glaubwürdige Theorie vor und erklärt damit das Geheimnis der Nuragen





Berlino 28-11-09




Con la conferenza del giornalista Sergio Frau si chiude con successo la serie di eventi facenti parte della manifestazione "sardische Kulturtage" organizzata dal Centro Culturale Sardo di Berlino.


Sergio Frau é un giornalista e scrittore della Repubblica di 54 anni, romano di nascita ma di padre sardo. Nel 2002 dopo lunghe ricerche manicali ha pubblicato il saggio Le colonne d´Ercole - Un´inchiesta pubblicato dalla casa editrice romana Nur Neon in cui presenta la sua rivoluzionaria teoria secondo la quale le mitiche colonne d´Ercole di cui parla Platone andrebbero identificate non con lo stretto di Gibilterra, ma con il Canale di Sicilia, e sempre secondo questa teoria la leggendaria Atlantide o isola di Atlante coinciderebbe con la Sardegna. Inoltre il misterioso popolo che edificò i nuraghi coinciderebbe con il popolo dei Šardana o Šerden, citati tra i "popoli del mare" che secondo le cronache degli antichi egizi tentarono di invadere il Regno d'Egitto.


In occasione della traduzione del saggio in tedesco (Atlantika) lo studioso italiano ha scelto la capitale della Germania per presentare l´opera al pubblico tedesco. La presentazione del libro é iniziata alle 18:00, in italiano e tradotta abilmente da Cecile E.


Frau coadiuvato dal regista della serata Fabrizio P., ha innanzitutto presentato la sua intuizione, che è nata dopo essersi avvicinato dalle analisi geologiche di come era il Mediterraneo millenni fa, compiute da Vittorio Castellani, docente di Fisica stellare all’Università di Pisa.


Nel libro “Quando il mare sommerse l’Europa”Castellani spiega che nella protostoria (circa cinquemila anni fa) il livello del mare Mediterraneo era molto più basso di quello attuale. Il tutto é illustrato con precise cartine. Ed è proprio qui che Frau si trova di fronte la mappa dello stretto di Gibilterra e, nella pagina a fianco, quella del canale di Sicilia, dove allora i fondali erano più bassi di 200 metri. Frau continua presentando le analogie tra Sardegne e sardi e popolazioni e territori caucasico-anatolici. L´idea é rivoluzionaria perché riscriverebbe la storia antica e soprattutto la posizione della sardegna nel mondo antico.
Non é ancora chiara poi la fine della civiltá nuragica probabilemte dovuta secondo Frau anche a causa di eventi naturali catastrofici come un tremendo Tsunami, egli parla appunto di una Pompei sepolta dalle acque. Un obbiettivo é stato sicuramente raggiunto da Sergio Frau, ed é stato quello di aver destato l´interesse del grosso pubblico e della comunitá scentifica internazionale. Un ulteriore passo é stato fatto stasera illustrando e cecando di svelare i misteri del passato al pubblico berlinese. Soltanto attente analisi geologiche, per le quali per ora mancano i necessari fondi, potranno dare ulteriori risposte alle tesi di Frau.
Purtroppo la conferenza non é stata seguita, per motivi di tempo, da un dibattito col pubblico. La manifestazione e´ ad ogni modo ben riuscita, fatto anche dimostrato dall´affluenza e dall´entusiasmo del pubblico di questa serata mite di un fine settembre berlinese. La serata si é conclusa con l´immancabile degustazione di vini e prodotti gastronomoci sardi che ha deliziato i numerosi visitatori.
Leo Perinovic